Come raggiungere il massimo benessere sul lavoro
avcomm
2019-06-03 00:00:00
Consigli del Farmacista

Come raggiungere il massimo benessere sul lavoro

Spesso quando si parla di benessere sul lavoro si confonde questo tema con quello della sicurezza sul lavoro ma questo accostamento non è del tutto corretto.

Rendere un luogo di lavoro sicuro significa strutturarlo in modo tale da ridurre al minimo la possibilità di rischi, seguendo le normative vigenti e impiegando i dispositivi prescritti, mentre occuparsi del benessere sul lavoro significa creare un ambiente di lavoro sereno, con la consapevolezza che ciascun lavoratore rende meglio se è sereno e felice.

Per cui, creare un ambiente di lavoro sereno è spesso il fattore chiave di aziende di successo.

Gli elementi centrali per un lavoratore che influenzano nettamente il suo benessere psico-fisico (e quindi la sua produttività), sono: 

retribuzione,

possibilità di fare carriera,

stabilità aziendale,

relazioni umane con colleghi, clienti e fornitori,

qualità dell’organizzazione di lavoro,

qualità dei luoghi di lavoro,

gestione dello stress,

welfare aziendale.

Quello che appare evidente è che non bastano un buon salario o dei luoghi sicuri per creare un ambiente di lavoro sereno, ciò che aumenta il benessere sul lavoro è la capacità dell’azienda di creare una squadra con obiettivi che facciano crescere tutti.

Uno step fondamentale per raggiungere il benessere è dato, quindi, dalla creazione di un buon clima organizzativo, che favorisce la concentrazione sui compiti da svolgere e migliori relazioni interpersonali. Per far ciò, l’azienda deve trasmettere ai suoi lavoratori sicurezza, riconoscimento, formazione, informazione ed equità, deve far sentire ciascuno una risorsa di valore e di cui si prende cura.

Secondo il Barometro Edenred IPSOS 2016, che ha interpellato 14.000 dipendenti appartenenti a 15 Paesi (Belgio, Brasile, Cile, Cina, Francia, Germania, India, Italia, Giappone, Messico, Polonia, Spagna, Turchia, Regno Unito e Stati Uniti), anche se vi è stata una crescita dell’occupazione, questa non si è tradotta in un aumento della fiducia e del benessere sul lavoro.

In particolare, in Italia solo 1 lavoratore su 6 si reca a lavoro con piacere, meno del 50% dei dipendenti ritiene che l’ambiente di lavoro sia stimolante e soltanto il 51% ha fiducia nel proprio futuro personale.

Per rendere il luogo di lavoro più piacevole è importante non solo mettere a disposizione dei lavoratori gli strumenti indispensabili per svolgere le varie mansioni, ma anche arricchire gli ambienti accoglienti e con funzionalità come una buona connessione internet.

Una buona idea per migliorare la concentrazione e mettere di buon umore lo staff è quella di poter far ascoltare la musica.

Grande importanza, sul benessere e la produttività dei lavoratori ce l’hanno la luce e la temperatura. Alcuni studi hanno evidenziato che i lavoratori esposti alla luce solare, quindi con finestre nelle vicinanze, offrono prestazioni migliori. In alternativa, si possono utilizzare lampade LED che emanano una luce molto simile a quella solare.

Per quanto riguarda la temperatura migliore, invece, l’ideale è mantenerla fra i 20 e i 25 gradi, evitando eccessivi sbalzi.

Infine, per aumentare il benessere negli ambienti di lavoro si consiglia anche di collocarvi delle piante, poiché il verde ha capacità stimolanti e calmanti.

Queste sono alcune informazioni di base sul tema del benessere sul lavoro, che è estremamente vasto e complesso, ma se vuoi saperne di più: contattaci! Lo staff FarmaGlobo è a tua disposizione!


iscriviti alla newsletter
iscriviti alla newsletter
ottieni subito il 5%