Asma, come tenerlo sotto controllo
12 Jun

Asma, come tenerlo sotto controllo

  • Posted by admin
  • 171

L’asma è una condizione di infiammazione cronica dei bronchi, in cui si verifica una costrizione delle vie aeree che dà luogo a mancanza o difficoltà di respiro, tosse, respiro sibilante e costrizione toracica.

Si tratta di una delle patologie più diffuse al mondo: secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) gli asmatici in tutto il mondo sono tra 100 e 150 milioni, in costante aumento.

Se non viene trattata adeguatamente, l’asma può condizionare gravemente la qualità della vita di chi ne è colpito, generando limitazioni dell’attività fisica, disturbi del sonno e assenze dal lavoro o dalla scuola. Nei casi più gravi, può essere necessario il ricovero in ospedale e, talvolta, le crisi più acute possono mettere a rischio finanche la stessa vita dei pazienti.

Dall’asma non si può guarire definitivamente ma, una volta accertata la diagnosi, seguendo le corrette misure e attenendosi alla terapia indicata dal medico, è una patologia che può essere tenuta sotto controllo e con cui è possibile convivere.

L’obiettivo principale della terapia, infatti, è controllarne i sintomi ed evitare il più possibile la comparsa di riacutizzazioni, che causano una progressione della malattia e possono provocare danni alle vie aeree.

Perciò è fondamentale che la terapia di fondo prescritta dal medico venga seguita scrupolosamente tutti i giorni e che ci si sottoponga regolarmente a visite di controllo almeno 2-3 volte l’anno, non solo dopo un periodo di riacutizzazione della patologia. Le visite, infatti, servono a monitorare la propria funzione polmonare, con accertamenti tipo la spirometria, per valutarne l’andamento.

È da evitare categoricamente sia il fumo attivo, sia quello passivo, sia il cosiddetto “fumo di terza mano”, consistente nelle tossine che ristagnano negli ambienti come abitazioni, uffici, auto ecc. dopo che la sigaretta è stata spenta.

Bisogna poi tenersi anche lontani da tutti quei “fattori di rischio” individuati con l’aiuto del proprio medico che possono favorire l'insorgenza e il mantenimento dell'asma, nonché, delle sue potenziali complicazioni, come allergeni, sostanze chimiche nocive, polveri ed altri irritanti ambientali.

Il paziente affetto da asma deve anche imparare a riconoscere i primi sintomi dell’asma, per poter così agire il prima possibile con i farmaci al bisogno, che servono a risolvere rapidamente i sintomi in caso di crisi di asma.

Se capita troppo di frequente di ricorrere a tali farmaci, significa che la malattia non è controllata e che è bisogna recarsi urgentemente dal medico per rivedere e adeguare la terapia di fondo.

Vuoi saperne di più sull’asma e su come tenerla sotto controllo? Lo staff FarmaGlobo è a tua disposizione, contattaci o vieni a trovarci in sede, saremo lieti di rispondere ad ogni tua domanda!