Conosci davvero l'Omeopatia? Ecco cos'è
10 Apr

Conosci davvero l'Omeopatia? Ecco cos'è

  • Posted by admin
  • 211

L’omeopatia è una metodologia terapeutica secondo la quale le malattie possono essere curate con piccolissime dosi di sostanze in grado di produrre gli stessi sintomi della malattia in questione, chiamate rimedi omeopatici.

Il termine “omeopatia” deriva dal greco è indica, appunto che l’ὅμοιος, òmoios, il «simile» cura il πάθος, pàthos, la «sofferenza».

La metodologia omeopatica fu teorizzata sul finire del XVIII sec. dal medico tedesco Christian Friedrich Samuel Hahnemann basandosi sul principio di similitudine del farmaco (similia similibus curantur) secondo cui un rimedio appropriato per una determinata malattia è dato da quella sostanza che, somministrata ad una persona sana, induce sintomi simili a quelli osservati nella persona malata. 

Ad esempio, un bruciore si può trattare con una sostanza come il peperoncino che provoca ugualmente bruciore, o l’insonnia con un rimedio a base di caffè, che provoca ugualmente insonnia.

Ciò che fa la differenza, evitando la comparsa di situazioni morbose identiche alla malattia e stimolando, invece, la guarigione è il dosaggio.

Il rimedio, difatti, va utilizzato in dosi infinitesimali, anche perché si ritiene che la diluizione consenta di aumentare l’efficacia dei principi attivi. Questo è uno dei principi su cui si fonda l’omeopatia, il cosiddetto Principio delle diluizioni infinitesimali, secondo cui l’azione dei medicamenti aumenta progressivamente con il diminuire della dose.

Esistono varie scuole omeopatiche fra loro contrapposte, in disaccordo riguardo a particolari aspetti relativi alla tecnica di somministrazione dei rimedi. I più importanti indirizzi omeopatici sono cinque: l'Unicismo, il Pluralismo, il Complessismo, l'Omotossicologia e l'Eclettismo.

In Italia, per diventare omeopata bisogna prendere una specializzazione successiva alla laurea in medicina generale, dopo di che bisogna effettuare un periodo di tirocinio e di pratica di almeno due anni, prima di poter essere iscritto nel Registro.

 Vuoi maggiori informazioni su questo argomento? Contattaci! Lo staff FarmaGlobo sarà lieto di rispondere ad ogni tuo quesito in merito!